Google+ Rimedi naturali salute: Batteri antibiotico resistenti presto uccideranno

20/05/16

Batteri antibiotico resistenti presto uccideranno

Abuso di antibiotici crea batteri resistenti e pericoli per la salute

Da una recente ricerca britannica, esattamente come avevano prospettato anche coloro che credono nella medicina naturale ed equilibrata o quanto meno a un uso più logico della medicina, i batteri si stanno talmente rinforzando che presto uccideranno una persona ogni 3 secondi.


Abuso di antibiotici


Negli ultimi decenni, la moda dei dottori è stata quella "per sicurezza" prendi anche una copertura di antibiotico, in tutti quei casi che altrimenti non avrebbero avuto bisogno di nulla, e tutto al solo scopo di vendere antibiotici da un lato, mentre dall'altro si sapeva che l'abuso di antibiotici, avrebbe creato antibiotico resistenza nei batteri trattati.

Questo ha spinto le ditte farmaceutiche a continue ricerche di nuovi antibiotici per sostituire quelli già abusati, perché si accorsero che i batteri erano diventati resistenti. 

La medicina naturale non diffida totalmente della medicina allopatica, ma ne chiede un uso più equilibrato e solo in caso di effettivo bisogno. Spesso i dottori, hanno deciso in passato di usare medicinale molto forti al solo scopo di non seguire il paziente ma essere sicuri di proteggersi da eventuali ricadute.

Il medico invece, DEVE seguire il paziente e capire cosa sia meglio per la sua salute, invece a pensare a fare soldi e basta. Capisco che seguire migliaia di persone sia cosa difficile ma mica si ammalano tutti insieme!!!!

Un po per spocchiosità, un po per ignoranza, ma soprattutto per pigrizia, la maggior parte dei dottori ha fatto e continua a far uso di antibiotici molto forti anche quando non sarebbero necessari. Non tutte le colpe appartengono ai soli medici: anche i pazienti hanno la loro parte, perché spesso spingono ed hanno spinto i dottori a usare mezzi più pesanti proprio per accontentare la paura dei pazienti, tranquillizzandoli.

La ricerca britannica di cui parlavo, asserisce che entro il 2050 i batteri ora non pericolosi, uccideranno una persona ogni 3 secondi proprio per questa resistenza agli antibiotici. 

A lanciare l'allarme da Londra è il rapporto "Review on Antimicrobial Resistance", voluto dal premier David Cameron a metà del 2014. Da quando il progetto è partito, un milione di persone sono morte per la mancanza di un farmaco adatto alla loro infezione.

Anche in Europa questo problema sta avanzando sempre più e l'Italia è il paese europeo con le più alte percentuali di resistenza verso quasi tutti gli antibiotici.

Di sicuro, in futuro, usciranno vaccini sempre più mirati ma che quasi certamente diventeranno la pagliacciata del momento da usare per lenire le paure dei soliti fobici, visto il già alto numero di vaccini a cui i bambini sono portati (spesso anche obbligatoriamente) a farsi prima di aver raggiunto l'età dello sviluppo, ma penso che l'unico vero sistema per quanto meno tamponare il pericolo di batteri antibiotico resistenti, sia quello di usare lenitivi naturali e antibiotici solo quando necessari.

Per far questo ovviamente ci si deve affidare a persone che realmente conoscano la materia e non si siano inventate "maestri di medicina".

FONTE: